Tau Zero

Chi legge la storia, se non gli storici quando correggono le loro bozze?

Archive for the ‘rischio’ Category

Centrale atomica in Francia a rischio esplosione

leave a comment »

ardecheNella centrale nucleare di Cruas-Meysse, in Ardèche, già interessata in passato da altri incidenti, sono state riscontrate carenze nell’applicazione delle disposizioni in materia di prevenzione dei rischi di esplosione.

Non è una nuova Chernobyl ma, come scrive Le Monde, il rischio è alto.

Al punto che l’autorità di controllo per le centrali nucleari, la Autorité de Sûreté Nucléaire (in passato accusata dalle organizzaioni ambientaliste di eccessivo lassismo nei controlli) in un suo documento reso noto di lunedì 17 novembre ha affermato che, se non si interviene, si rischia una esplosione e dunque la fuga di materiale radioattivo sia all’interno della struttura che nell’ambiente.

La stessa ASN ha dato tre mesi di tempo al gruppo EDF, che oltre alla centrale di Cruas-Meysse gestisce altri 58 reattori, per risolvere i problemi o chiudere l’impianto.

Annunci

Written by Gianni Silei

mercoledì, 19 novembre 2008 at 5:45 pm

Il disastro di Seveso tra ecologia e politica

leave a comment »

Con uno stringato articolo pubblicato sulle pagine milanesi del Corriere della Sera di sabato 17 luglio 1976, l’opinione pubblica veniva informata per la prima volta in modo preciso su quanto era avvenuto una settimana prima nel reparto B dello stabilimento Icmesa di Meda, Era l’inizio del dramma di Seveso.

Bruno Ziglioli ricostruisce qui i giorni della diossina e ciò che ne seguì, eventi che rappresentarono un vero punto di snodo per il nostro paese ma anche per la legislazione europea. Tra ecologia e politica

Salsicce e pizze al cianuro (e tutine irritanti)

leave a comment »

La Itoham Foods, la seconda azienda alimentare giapponese nel settore degli insaccati, ha reso noto di aver ritirato dal commercio tredici prodotti (salsicce e pizze surgelate) contenenti sostanze tossiche. In totale quasi tre milioni di confezioni.

Leggi il seguito di questo post »

Uscire dalla crisi, in Trabant

leave a comment »

Il deputato socialista francese Arnaud Montebourg interviene su Le Monde commentando gli effetti della crisi finanziaria che ha scosso i mercati mondiali. E ripropone un’immagine ormai usata e abusata: per il capitalismo liberale e globalizzato – scrive – si è trattato dell’equivalente della caduta del muro di Berlino.

Eppure, per quanto grave, la situazione non può ancora essere paragonata a quella che coincise con gli eventi del 1989. Almeno finché non vedremo Ben Bernanke sbucare, a bordo di una trabant, dalle macerie di Wall Street.

Credit economy e rovina del ceto medio

leave a comment »

Il video dell’intervento (The Coming Collapse of the Middle Class: Higher Risks, Lower Rewards, and a Shrinking Safety Net) che Elizabeth Warren ha tenuto nel giugno 2007 nell’ambito delle UC Berkeley Graduate Council Lectures.

E io speculo coi tulipani

with 5 comments

Tempi strani. E allora, investiamo sui tulipani.

Luca, 15:23

leave a comment »

In principio fu Von Hayek. Poi vennero la Thatcher, Reagan e i loro eredi. Poi è giunto il tempo i derivati, del gioco in borsa poi trasformatosi nel gioco del cerino acceso. Quindi il crollo.

Ora la via dell’intevento pubblico pare non conduca più alla schiavitù. E lo Stato pare essersi trasformato da opprimente Leviatano a gigante buono. Pare sia tornato lo Stato protettore.

Uccidiamo il vitello grasso?