Tau Zero

Chi legge la storia, se non gli storici quando correggono le loro bozze?

Archive for the ‘informazione’ Category

Bastava tenere la TV spenta

leave a comment »

Qualche giorno fa tutti i telegiornali hanno dato grande risalto a una notizia raccapricciante e orribile, dagli effetti imprevedibili sulla psicologia dei bambini, proveniente da Los Angeles. Questa notizia è stata ripetuta da tutti i telegiornali il giorno di Santo Stefano, con la solita morbosità nel raccontare i particolari e nell’indugiare nell’orrore senza fine. Non ho potuto e saputo spiegare a mio figlio le ragioni di tanta cieca ferocia, che non ha pietà dei bambini e che avviene proprio alla vigilia del Natale, cioè nel giorno in cui la famiglia si riunisce nel segno del calore degli affetti.

Sandro Bondi oggi

Written by Gianni Silei

domenica, 28 dicembre 2008 at 5:39 pm

Acciderba, che nonnino! Cento anni ha il Corrierino

leave a comment »

Written by Gianni Silei

domenica, 28 dicembre 2008 at 10:20 am

Quanta strada nei miei sandali

with 3 comments

Questa e le altre Foto dell’anno su Time.com

Written by Gianni Silei

domenica, 21 dicembre 2008 at 10:12 am

La rivincita di Sarkò

leave a comment »

Se per Time Magazine Barack Obama è il personaggio dell’anno, in Europa alcune tra le più autorevoli testate celebrano le doti di Nicolas Sarkozy. A due settimane dalla fine della presidenza francese dell’UE, i giornalisti di nove paesi europei, chiamati a fare il nome del miglior politico tra i paesi dell’Unione,  hanno indicato proprio Nico esaltandone in particolare la leadership e la capacità di gestire le crisi.

Il Times ha fatto altrettanto, apprezzandone la duttilità in politica economica, sorprendendosi, di fronte alle difficoltà dell’economia britannica, delle capacità transalpine di reggere relativamente bene, almeno in apparenza, i duri colpi della crisi mondiale. Considerate le perplessità che ne avevano accompagnato l’insediamento all’Eliseo, queste prese di posizione non solo lo rafforzano politicamente sul piano interno ma rappresentano per Sarkozy una sorta di rivincita personale.

Written by Gianni Silei

giovedì, 18 dicembre 2008 at 4:11 pm

Inalare la paura

with 2 comments

Da almeno dieci anni gli Stati Uniti e poi via via gli altri paesi hanno iniziato delle massicce campagne contro il fumo, con l’obiettivo di debellare le gravi patologie da esso provocate e conseguentemente ridurre le pesanti spese che gravano sui vari sistemi sanitari. La strategia cui si è fatto ricorso, scrive Martin Lindstrom, è stata quella di massicce campagne via via più scioccanti. Avvertenze scritte in caratteri cubitali  sui pacchetti (dal “Nuoce gravemente alla salute” a “Il fumo uccide”), immagini forti per descrivere danni causati dal fumo (polmoni anneriti tolti dai cadaveri di fumatori, denti ingialliti e corrosi, persone afflitte dalle varie forme di cancro provocate dalle sigarette e così via). In altri termini, si è deliberatamente cercato di terrorizzare i fumatori abituali e quelli potenziali per indurli a un diverso e più sano stile di vita.

Leggi il seguito di questo post »

Written by Gianni Silei

venerdì, 12 dicembre 2008 at 11:38 am

I numeri del terrore

leave a comment »

L’incipit dell’Introduzione non lascia spazio ad ambiguità: “Tutti sanno che i terroristi fanno leva sulla paura per raggiungere i loro scopi, pochi però sono consapevoli che i capi di stato ricorrono alla medesima tattica. E non si tratta di un fenomeno nuovo.”

Nel caso si avessero ancora dubbi  sugli obeittivi del libro, basta leggere il sottotitolo dell’edizione originale: Separating Fact from Fiction.

In I numeri del terrore Loretta Napoleoni e Ronald J. Bee affrontano, dati alla mano, una delle varianti della politica della paura e della psicosi del terrorismo. Stabilendo da subito un chiaro parallelismo tra il clima politico-internazionale al tempo della guerra fredda e della dottrina Truman (e richiamando anche alcuni avvenimenti della storia recente italiana come la strategia della tensione o gli anni di piombo), gli autori tracciano un quadro degli eventi che hanno creato, a partire dallo spartiacque dell’11 settembre 2001, della “mitologia” del terrore e della guerra al terrorismo.

Leggi il seguito di questo post »

Mommybloggling

leave a comment »

Caduto in disgrazia, dopo la sconfitta dei repubblicani alle presidenziali USA, l’hockeymomming, sta viceversa dilagando il mommyblogging, cioè il fenomeno delle mamme che tengono un blog.  La cosa sta prendendo campo anche in Italia, al punto da aver costituito l’argomento di varie ricerche. Tra le migliori mamme-blogger c’è sicuramente Black Cat (che qualche mese fa aveva commosso e indignato un po’ tutti con questo famoso post) curato  – come si sarebbe detto negli anni settanta – da una sedicente  Mamma, webmaster e felide bastarda.

Written by Gianni Silei

giovedì, 4 dicembre 2008 at 10:59 pm