Tau Zero

Chi legge la storia, se non gli storici quando correggono le loro bozze?

Archive for the ‘disastri ambientali’ Category

Disastri e paure in età contemporanea. Alcune riflessioni

leave a comment »

halifax1In cinese, la parola “crisi” si scrive mettendo insieme l’ideogramma che significa “pericolo” con quello che indica “opportunità”. I disastri rappresentano in effetti un evento terribile, drammatico, ma anche, paradossalmente, l’occasione per imparare da eventuali errori in modo da non ripeterli in futuro. Affinché ciò sia possibile occorre anche costruire una sorta di “memoria delle crisi”.

In che modo sono stati studiati i disastri in epoca contemporanea? Come sono stati raccontati? Per quanto tempo una catastrofe rimane viva nell’immaginario collettivo?  In che misura e come può modificare credenze, abitudini, rapporti sociali, stili di vita?

Partendo dalla grande esplosione di Halifax del 1917 passando attraverso le più gravi sciagure tecnologiche del XX secolo (da Minamata a Chernobyl, dal disastro del Vajont ai naufragi della Exxon Valdez, fino ai veleni dell’ ACNA e di Seveso) alcune chiavi di lettura in chiave compartata da una prostettiva storiografica vengono proposte nel saggio Disastri e paure nell’età contemporanea, appena pubblicato nel secondo numero di S-NODI pubblici e privati nella storia contemporanea, dedicato al tema “Avere paura/Fare paura”.

Annunci

Un New Deal energetico verde. Ora

with one comment

smokeIn questo suo ultimo scorcio di mandato, George W. Bush e i gruppi d’interesse che lo hanno fiancheggiato stanno adottando una politica ambientale ed energetica che, scrive George Monbiot sul Guardian, rasenta il vandalismo e rischia, se possibile, di peggiorare una situazione già gravemente compromessa.

Soltanto un radicale cambiamento di rotta può, a suo dire, risolvere il problema. La formula è: convertire tutto alle nuove fonti energetiche verdi. Da subito. Perché, dice, i provvedimenti annunciati da Obama o da Brown non potranno incidere realmente sul problema.

I costi di una simile operazione, ammette Monbiot, sono astronomici. Ma è l’unico modo di evitare il peggio. Oppure vogliamo essere ricordati come la generazione che ha salvato le banche ma che ha lasciato collassare la biosfera?

Il disastro di Seveso tra ecologia e politica

leave a comment »

Con uno stringato articolo pubblicato sulle pagine milanesi del Corriere della Sera di sabato 17 luglio 1976, l’opinione pubblica veniva informata per la prima volta in modo preciso su quanto era avvenuto una settimana prima nel reparto B dello stabilimento Icmesa di Meda, Era l’inizio del dramma di Seveso.

Bruno Ziglioli ricostruisce qui i giorni della diossina e ciò che ne seguì, eventi che rappresentarono un vero punto di snodo per il nostro paese ma anche per la legislazione europea. Tra ecologia e politica