Tau Zero

Chi legge la storia, se non gli storici quando correggono le loro bozze?

Archive for the ‘Barack Obama’ Category

Il gioco del silenzio

leave a comment »

A Gaza è partita l’offensiva terrestre di Israele. E Obama? Al momento preferisce un silenzio che però si fa di ora in ora sempre più imbarazzante.  Silenzio rotto occasionalmente solo per recitare il mantra del momento: “un presidente alla volta“. L’Europa in maggioranza partecipa anch’essa al gioco del silenzio. Interrotto altrettanto sporadicamente – secondo una tradizione ormai consolidata – da dichiarazioni contraddittorie, rese in rigoroso ordine sparso.

Aggiornamento: Il papa ha chiesto di fermare la guerra. Ma servirà a poco.

Written by Gianni Silei

domenica, 4 gennaio 2009 at 12:26 pm

Cinquanta piccoli Hoover

leave a comment »

La depressione che seguì al crollo di Wall Street fu anche il frutto delle decisioni dell’amministrazione Hoover, che intervenne tardivamente – e male – per risollevare l’economia americana in ginocchio. Fortunatamente, dice Paul Krugman, la presidenza Obama ha promesso un deciso interventismo. C’è però un problema: la pervicace resistenza dei cinquanta governatori, alle prese con le esigenze di bilancio dei loro Stati.

Cinquanta  emuli di Hoover che rischiano di vanificare sul nascere gli sforzi del nuovo corso democratico.

Written by Gianni Silei

lunedì, 29 dicembre 2008 at 11:41 am

Better be good

leave a comment »

President-elect Barack Obama, riding a wave of revulsion over what conservatism has wrought, has said that he wants to “make government cool again.”

Before Mr. Obama can make government cool, however, he has to make it good.

Paul Krugman, oggi

Written by Gianni Silei

sabato, 27 dicembre 2008 at 11:25 am

E’ tempo di reboot

leave a comment »

John Kennedy led us on a journey to discover the moon. Obama needs to lead us on a journey to rediscover, rebuild and reinvent our own backyard.

Thomas Friedman, oggi

Written by Gianni Silei

mercoledì, 24 dicembre 2008 at 9:58 am

Una task force per il ceto medio

leave a comment »

Nel 2003, Reset pubblicò un articolo di Paul Krugman dal titolo emblematico: Requiem per la gloriosa classe media. Nel segnalare l’aumento della diseguaglianza negli Stati Uniti, Krugman sottolineava nel contempo la perdità di centralità del ceto medio: “L’America in cui sono cresciuto, quella degli anni cinquanta e sessanta” – scriveva – “era una società costruita sul ceto medio, nei fatti e nei sentimenti“. Quarant’anni dopo, era il senso di quell’articolo, non era più così.

L’anno dopo, Michael Lind tornò sulla questione sollevata da Krugman, chiedendosi sull’Atlantic Monthly: “siamo ancora una nazione di ceti medi?“.

Leggi il seguito di questo post »

Quanta strada nei miei sandali

with 3 comments

Questa e le altre Foto dell’anno su Time.com

Written by Gianni Silei

domenica, 21 dicembre 2008 at 10:12 am

La rivincita di Sarkò

leave a comment »

Se per Time Magazine Barack Obama è il personaggio dell’anno, in Europa alcune tra le più autorevoli testate celebrano le doti di Nicolas Sarkozy. A due settimane dalla fine della presidenza francese dell’UE, i giornalisti di nove paesi europei, chiamati a fare il nome del miglior politico tra i paesi dell’Unione,  hanno indicato proprio Nico esaltandone in particolare la leadership e la capacità di gestire le crisi.

Il Times ha fatto altrettanto, apprezzandone la duttilità in politica economica, sorprendendosi, di fronte alle difficoltà dell’economia britannica, delle capacità transalpine di reggere relativamente bene, almeno in apparenza, i duri colpi della crisi mondiale. Considerate le perplessità che ne avevano accompagnato l’insediamento all’Eliseo, queste prese di posizione non solo lo rafforzano politicamente sul piano interno ma rappresentano per Sarkozy una sorta di rivincita personale.

Written by Gianni Silei

giovedì, 18 dicembre 2008 at 4:11 pm