Tau Zero

Chi legge la storia, se non gli storici quando correggono le loro bozze?

Croste avariate e ricordi d’infanzia (infranti)

leave a comment »

Giorni fa si parlava di trappole al formaggio.

Adesso in tagliola, grazie alla coraggiosa denuncia di alcuni dipendenti, c’è rimasta la Galbani, che “tagliava” formaggio buono con croste di gorgonzola e altri prodotti caseari avariati e poi li rimetteva sul mercato. La storia era nota da qualche tempo, ma i particolari che man mano si aggiungono la rendono sempre più inqiuetante.

Crolla dunque un marchio storico, costruito negli anni con slogan pubblicitari come “Galbani vuol dire fiducia“. Slogan che adesso suonano come una colossale presa per il bavero nei confronti dei consumatori. Il gruppo che controlla la Galbani è proprietario anche di un altro marchio storico, quello della Invernizzi. Quindi anche il gioioso “tolòn tolòn” del campanaccio della Mucca Carolina rischia di essere presto associato al lugubre scampanellio dei monatti.

Stanno avvelenando anche i nostri ricordi d’infanzia.

AGGIORNAMENTO:

Nel corso di un primo controllo dei NAS in uno dei magazzini della Galbani, quello di Ponte San Giovanni (Perugia) non sono emerse irregolarità. Le indagini proseguono. La Galbani dichiara qui che i suoi prodotti sono assolutamente sicuri. Speriamo e attendiamo sviluppi. Nel frattempo, la mucca Carolina sta bene.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: