Tau Zero

Chi legge la storia, se non gli storici quando correggono le loro bozze?

Hic sunt leones: in cammino verso l’ignoto

leave a comment »

E’ annunciata per giovedì l’uscita dell’ultimo libro di Nicolas BaverezEn route vers l’inconnu. Titolo che Marina Valensise ha definito pochi giorni fa avventuroso per un lavoro di cui Le Figaro di oggi ne anticipa alcuni passi. Nei quali Baverez sembra applicare al quadro internazionale le chiavi di lettura critiche a suo tempo adottate per giudicare (assai negativamente) la società francese (e soprattutto la sua classe politica) in scritti controversi come Nouveau Monde, Vieille France.

Il biografo di Raymond Aron parla della volatilità e dell’eterogeneità del XXI secolo, determinata, a suo parere, dagli effetti della fine, concomitante, di alcuni cicli epocali:  “il ciclo storico del dominio mondiale assoluto dell’Occidente, iniziato nel Cinquecento; il ciclo intellettuale dei Lumi, iniziato nel Settecento e caratterizzato dalla separazione tra un contratto sociale come strumento di regolazione della vita interna delle nazioni e la giungla delle relazion internazionali”, oltre che sul monopolio dello Stato come soggetto politico. Infine, il ciclo economico organizzato attorno all’egemonia di un unico centro (gli Stati Uniti o comunque, di nuovo, l’Occidente).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: