Tau Zero

Chi legge la storia, se non gli storici quando correggono le loro bozze?

Fumo: 1 miliardo di morti nel 2100

with 2 comments

In un suo rapporto reso noto oggi, l’Organizzazione mondiale della Sanità rende noto un bilancio e fornisce alcune proiezioni circa gli effetti del consumo di tabacco nel mondo nei prossimi decenni. Il tabacco, ribadisce la WHO, uccide la metà di coloro che lo consumano. Nel corso del XX secolo, le vittime sono state almeno 100 milioni; la media attuale è di quasi cinque milioni e mezzo di morti all’anno, ma le stime – considerando l’incremento del tabagismo nei paesi sottosviluppati – sono ancora più pessimistiche. Si prevede così che alla fine del XXI secolo le vittime tocchino il miliardo. Secondo Margaret Chan, direttore generale della WHO, occorre proseguire nell’opera dei vari governi nazionali nella prevenzione ed informazione sui rischi legati al fumo, soprattutto nei paesi più poveri e più densamente popolati.

Fonte: Associated Press-MsNBC

Written by Gianni Silei

giovedì, 7 febbraio 2008 a 6:13 pm

Pubblicato su salute

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. E’ una grande presa per il culo, come tante altre cui tenta di abituarci il WHO.
    Abbiano almeno l’onestà intellettuale di dichiarare:
    – chi ha effettuato la stima
    – su che base statistica è stata fatta
    – qual’è l’affidabilità delle proiezioni
    Diversamente sono tutti grandi tromboni che gridano al lupo al lupo.
    Quanti miliardi di persone avrà ucciso la fame nel 2099?
    E quanti saranno morti per l’effetto serra?
    Comincino quei signori ad interessarsi ai problemi reali, non a queste STRONZATE a cui ormai non crede più nessuno. Sarà per questo che ogni anno aumentano la quantità?

    Toni

    venerdì, 8 febbraio 2008 at 11:37 pm

  2. Direi che ancora una volta si è trasformato un allarme (i gravi rischi per la salute legati al fumo) in allarmismo. Il titolo dell’articolo è, secondo me, emblematico di questa operazione. Non so se sia una cosa voluta o meno. Certamente il lettore medio tende a soffermarsi più volentieri su una notizia con un titolo di questo tipo, mentre avrebbe certamente saltato un articolo che avesse parlato, genericamente, di “proiezioni del rapporto WHO sul tabagismo” e di “campagna per la lotta al fumo”. Per il resto, come sottolinea cinicamente Chuck Pahlaniuk per bocca dell’ormai celeberrimo personaggio di Tyler Durden, “in un arco di tempo sufficientemente lungo l’indice di sopravvivenza di ognuno scende a zero”.

    tauzero

    sabato, 9 febbraio 2008 at 6:35 pm


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: