Tau Zero

Chi legge la storia, se non gli storici quando correggono le loro bozze?

Archivio per la categoria ‘sofisticazione cibi

Maiali irlandesi

leave a comment »

piggyLo Sinn-Fein non si adonti. Il titolo si riferisce a prodotti zootecnici.
La diossina è ormai l’additivo più gettonato per alimenti. Dopo le mozzarelle e il latte, adesso i maiali.

Di provenienza irlandese, anche se l’allarme è scattato pure in Francia e Belgio.


Aggiornamento:
Pare che siano coinvolti anche altri paesi, tra cui l’Italia. Dove in effetti i suini abbondano.

Salsicce e pizze al cianuro (e tutine irritanti)

leave a comment »

La Itoham Foods, la seconda azienda alimentare giapponese nel settore degli insaccati, ha reso noto di aver ritirato dal commercio tredici prodotti (salsicce e pizze surgelate) contenenti sostanze tossiche. In totale quasi tre milioni di confezioni.

Leggi il seguito di questo post »

A proposito di avvelenatori di cibi

leave a comment »

Mentre giungono notizie (ma era prevedibile in tempi di mercato globale) dei primi sequestri in Italia di latte proveniente dalla Cina, torniamo sui timori generati da questo ennesimo scandalo.

Anche senza scomodare i casi di cronaca più o meno recenti (si pensi, in casa nostra, alle mozzarelle di bufala alla diossina o allo scandalo del vino al metanolo a metà degli anni Ottanta), quella della sofisticazione dei cibi o della loro contaminazione è una storia lunga e ricca – purtroppo – di esempi.

La secolare fobia degli untori trovò una sua versione moderna neli vari casi di “panico morale” verso coloro che, per negligenza o scopo di lucro, erano accusati di minare la salute pubblica alterando la genuinità dei prodotti che mettevano in commercio. Ad onor del vero, i casi più gravi del XIX secolo, ad esempio le “epidemie” di botulismo e trichinosi che si registrarono in Francia e in Germania nel corso dell’Ottocento, erano in realtà frutto di errate abitudini alimentari (ad esempio l’imperizia nella preparazione degli insaccati) più che di scelte deliberatamente dolose. Questi casi non erano  tuttavia direttamente collegabili alla produzione industriale dei cibi, ancora relativamente poco diffusa.

Leggi il seguito di questo post »

Written by tauzero

martedì, 23 settembre 2008 at 4:07 pm

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.